Montella (Av)

Montella (Av), corso Umberto IIl territorio, sito nel Parco Regionale Monti Picentini, è rinomato per la bellezza del paesaggio. L’abitato è circondato da monti che sfiorano i 1800 metri sul livello del mare, in particolare il monte Terminio (1786 m). Il nome ha un’origine incerta, ma si pensa derivi da “Monticulus”, da cui “Motilla”, poi “Montilla” e infine Montella; il significato è riconducibile a rocca, colle fortificato. Montella sorge ai piedi dei monti Terminio e Cervialto, in una conca circondata dai monti Picentini, nell’Appennino campano. Numerosi i punti di osservazione panoramica: le Ripe della Falconara; il Pizzillo; il tratturo regio da Montella al Castello del Monte;la Foa sulla sommità del monte Sassetano che domina l’abitato. Il fiume Calore nasce proprio nel comune di Montella. Importanti sono le valenze paesaggistiche, in particolare l’altopiano di Verteglia, vasto e ricoperto da faggi, alcuni dei quali secolari; ricco inoltre di fenomeni carsici, come la nota Grotta dei Cantraloni e la Grotta del Caprone. Montella (Av), piazza BartoliMontella, situata tra i 550 e i 700 metri circa di altitudine, gode di un clima continentale: l’inverno è rigido con frequenti piogge, nebbia e molta umidità. Tra dicembre e febbraio non mancano le nevicate. In questi periodi capita che le temperature scendano al disotto dello zero. In primavera e agli inizi dell’autunno sono frequenti brina e gelate, mentre in estate la siccità predomina sul territorio con rare piogge e venti di ponente e di scirocco. In questo periodo le temperature raramente superano i 35 gradi, ed il clima secco rende la città molto vivibile rispetto a tante metropoli. Il Comune di Montella ha una forma aggregativa particolare, composta da più nuclei abitativi denominati CASALI, che, solo negli ultimi decenni, si sono espansi in modo da formare un unico centro abitato. Infatti, fino al recente passato pur confinando uno con l’altro, ogni Casale rimaneva isolato dagli altri anche per quanto riguardava la vita sociale. Oggi i Casali che hanno conservato gli elementi più caratteristici sono quelli del centro storico, dove è possibile trovare ancora vicoli nascosti, case e mura in pietra e tracce delle abitudini quotidiane della vita di un tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.